Caro lettore,

Benvenuto nelle Terre Occitane!

Sì, ora ti starai chiedendo dove sono queste vallate e perché occitane, ma non ti preoccupare, ti accompagnerò alla scoperta di questo angolino della nostra bella Italia e ti chiarirò tutte le idee.

Queste valli sono un po’ nascoste tra le Alpi piemontesi, ma si sa, è proprio nei luoghi più remoti che si nascondono le grandi bellezze.

Le vallate occitane si trovano in provincia di Cuneo, dalla valle Po all’alta valle Tanaro. In realtà le terre occitane si sviluppano dal cuneese fino ai Pirenei, comprendendo tutto il Midi francese, a cui vanno poi aggiunte alcune valli torinesi ( Chisone, Susa, Germanasca, Pellice), Olivetta San Michele e Guardia Piemontese.

Noi percorreremo passo dopo passo le valli occitane cuneesi. Qui si parla ancora la lingua d’oc, occitana, quella utilizzata dai trovatori per cantar l’amor cortese: una lingua affascinante, impregnata di storia e di valori.

Non fatevi scoraggiare dal viaggio per raggiungere Cuneo o Saluzzo, perché ne varrà davvero la pena. Arrivando vedrai aprirsi davanti a te un anfiteatro fatto di montagne che toccano e spesso superano i 3000 metri. In quel momento inizierai ad assaporare ciò che queste valli possono darti.

“Le montagne sono le grandi cattedrali della terra”, disse John Ruskin ed è la sensazione che proverai quando ci troveremo in alta montagna davanti al maestoso massiccio dell’Argentera o di fronte al nostro Re di Pietra, il Monviso.

È giunta l’ora di mettersi in cammino a passo lento e costante, ma prima facciamo lo zaino: vestiti confortevoli, crema solare, scarpe comode, una borraccia  e la macchina fotografica. Non serve altro, il resto lo troveremo lungo il cammino.

Partiamo!